Luciano Gallino: le cause della crisi.

sintesi di “Finanzcapitalismo” a cura dell’IRES CGIL  Abruzzo – Le cause della crisi finanziaria ed economica globale scoppiata nell’estate del 2007 vanno analizzate distintamente tra cause innescanti (o immediate), e cause strutturali, che rimandano alla struttura e alla patologia del sistema finanziario mondiale. CAUSE INNESCANTI – Nell’estate 2007, avvenne che in poche settimane masse di creditori istituzionali dovettero rendersi conto di tre cose:

  1. a) una quota altissima dei loro debitori erano in uno stato di insolvenza;
  2. b) nessun ente assicurativo del credito era in grado di versare ai creditori istituzionali le somme da essi assicurate;
  3. c) nessuno degli enti assicurativi era disposto a prestare ad altri enti assicurativi esposti un solo dollaro per fronteggiare il fenomeno delle insolvenze di massa. Mai era avvenuto che le banche dipendessero così pesantemente dai prestiti concessi a singoli individui.

L’innesco per l’esplosione della crisi fu fornito dall’aumento dei tassi di interesse decisi dalla Fed. I mutui contratti per lo più a tasso variabile subirono aumenti anche del 100%. Il modesto reddito dei debitori non fu, per lo più, in grado di reggere all’aumento. I debitori allora smisero di pagare e di fronte all’altissimo volume delle insolvenze pure le società che avevano assicurato o ri-assicurato i mutui dal rischio di insolvenza subirono perdite enormi. Non poche dovettero essere salvate dallo Stato. CAUSE STRUTTURALI – Vedere come cause della crisi lo sgonfiamento repentino della “bolla immobiliare” appare corretto, ma sfoca la responsabilità di fondo del principale attore della vicenda, l’attore sistema finanziario. Guardando infatti più in profondità, alla base della crisi c’è la struttura abnorme del sistema finanziario e il suo massiccio impegno in un’attività palesemente speculativa. La causa profonda della crisi mondiale scoppiata nell’estate 2007 è stata lo sviluppo abnorme di un sistema finanziario basato sul debito privato e pubblico. In altre parole, la creazione di denaro per mezzo di denaro e la creazione di denaro dal nulla per mezzo del debito hanno preso il sopravvento rispetto alla produzione di merci per mezzo di denaro. Si consideri che la propensione alla speculazione finanziaria ha coinvolto anche molte corporation industriali. Una prova della corsa alla finanziarizzazione è data dalla considerazione che mentre nel 1980 gli attivi finanziari equivalevano al Pil del mondo, nel 2007 essi superavano il Pil di oltre quattro volte. Il denaro, tranne una piccola percentuale che circola materialmente in forma di contante, al presente esiste solo come segno elettronico nei computer di una banca. Secondo gli accordi interbancari di Basilea 1-2, una banca europea sarebbe tenuta ad avere in cassa almeno 8 euro su cento che presta. Dunque, dovrebbe limitarsi a concedere prestiti fino a un massimo di dodici volte e mezzo il suo capitale. In realtà, la tecnica di portare i crediti fuori bilancio trasformandoli in titoli commerciabili, e l’invenzione di nuovi prodotti finanziari, consentono alle banche di concedere crediti oltre i limiti di Basilea, e dunque di creare il debito e con esso il denaro, per un ammontare enormemente superiore ad essi. Ciò significa che per ogni dollaro di beni e servizi reali, circolano almeno quattro dollari di denaro creato dal nulla finanziando un debito o con altri marchingegni. Si viene così a creare un gigantesco processo di illusionismo finanziario.
La crisi economica è esplosa quando un numero crescente di famiglie ed imprese, di investitori istituzionali e banche, dovettero constatare che al denaro che avevano in mano sotto forma di titoli non corrispondeva più la quantità di valore monetario che essi nominalmente assicuravano.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: