La democrazia violata: la vicenda della filt Campania

Cinzia Quattrocchi – Abbiamo celebrato il percorso congressuale della CGIL in una fase drammatica ed inedita per il paese tutto, in un momento nel quale i nessi di collegamento tra il paese reale e gli apparati e le istituzioni sembrano miseramente saltati.

Ci è stato raccontato un congresso in una sua prima fase assolutamente diverso rispetto a ciò che poi si è realmente venuto profilando.

Un congresso nel quale, o a cominciare dal quale, prioritario sarà ritornare a parlare di cos’è realmente per noi la Democrazia.

Io personalmente ho sempre attraversato quest’organizzazione con la convinzione di chi ha sempre considerato la CGIL, la mia CGIL, il nesso più compiuto di interrelazione tra la storia del movimento dei lavoratori e in generale la storia del Lavoro e le sorti e le azione del sindacato Generale Confederale, di cui la Cgil ne ha costituito l’emblema.

Una Storia in cui i cardini su cui poggia la vita democratica della CGIL sono, volendo solo citare lo statuto, la garanzia della massima partecipazione democrazia nella formazione della decisione politica, attraverso la ricerca preliminare di una mediazione tra interessi e rivendicazioni diverse, questa è una ricerca continua, è la nostra Storia!

Bhè quello che poi realmente è avvenuto durante tutto il percorso congressuale un po’ ha oscurato questi principi fondativi, dalle vicende generali alle vicende particolari, locali…attraverso di esso si è raccontato un’altra Storia.

La vicenda che ha investito La Filt Napoli e Campania è drammatica nella sua calzante coerenza con l’aria che tira da queste parti in questo scorcio. Insieme ad alcuni compagni e compagne, abbiamo ad un certo punto condiviso un disagio e una preoccupazione, che hanno riguardato, e del resto è storia, certi atteggiamenti e certe modalità di interazione politica da parte di pezzi dell’esecutivo di cui pur facevamo parte in relazione a vertenze, infatti vi è da sottolineare inoltre che ci siamo resi protagonisti soprattutto in questo ultimo anno, in maniera strutturata, del consolidarsi di un’area di forte critica verso la linea politica della Filt CGIL Campania in relazioni a scelte strategiche e orientamenti su specifiche vertenze settoriali quale, ad esempio, quella sul Trasporto pubblico locale, oltre che sul tema generale della democrazia sindacale e della relazione con i delegati e con i lavoratori e le lavoratrici nei luoghi di lavoro.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: