Ciro D’Alessio: il 5 è una tappa, occorre lavorare per continuare a dare speranza

Un risultato come il 25 va pubblicizzato perché ha dimostrato che sappiamo stare tra la gente e non siamo obsoleti come qualcuno racconta: mentre Renzi va nelle fabbriche e manda in ferie i lavoratori per poter entrare, noi sappiamo stare il piazza in mezzo a milioni di lavoratori.

Ho letto su qualche giornale che la CGIL mostra i muscoli, non è vero mostriamo il cervello: abbiamo proposte concrete e a chi dice che i diritti non vanno tolti rispondiamo che i diritti vanno estesi.

Le cose non sono mai scontate perché quando si tratta di andare al vaglio dei lavoratori si possono avere delle sorprese: la FIOM ha vinto di recente le elezioni del fondo cometa, ottenendo tra i lavoratori uno straordinario 58%, questo risultato ariva per proposte precise. Sono d’accordo con la proposta della segretaria Camusso: occorre continuare a parlare con tutti: precari, studenti, pensionati, disoccupati e noi parliamo con loro sempre e anche da loro riceviamo mandato.

Sono d’accordo anche con la proposta diad aprire le nostre sedi a disposizione di chi soffre la crisi.

Il 5 è una tappa: il lavoro lo faremo prima, ma soprattutto dopo, perché Renzi non si fermerà e dopo il 5 continuare con la lotta perché siamo l’unica speranza, perché tolta la CGIL non c’è opposizione in questo Paese.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: