Landini: lavorare da subito per lo sciopero del 5 e allargare l’iniziativa

“Sono d’accordo con la relazione del segretario generale, penso sia molto importante l’allargamento dell’iniziativa e lavorare da subito per la riuscita dello sciopero del 5; abbiamo segnali positivi dagli attivi per gli scioperi FIOM del 14 e del 21 ed il clima è positivo, addirittura alla FIAT sono riuscite come non si vedeva da anni. Tuoo ciò ci consegna una grande responsabilità e una forte autonomia dal quadro politico, infatti sono d’accordo che debba emergere carattere sindacale della nostra mobilitazione, anche se da questo punto di vista dobbiamo sapere che ciò determinerà una accellerazione della fiducia sul decreto da parte del governo.
È decisiva perciò la realizzazione della sciopero e secondo me in più per noi è importante un elemento: Renzi imposta tutto sulla libertà impresa, ma anche sulla modalità con cui il lavoro si deva prestare. Noi dobbiamo capovolgere questa logica: non solo dobbiamo chiedere l’estensione dei diritti, ma aprire una discussione su che tipo di imprese e modello industriale occorre costruire, dal momento che quello attuale non è utile ad uscire dalla crisi, questo deve essere l’elemento che ci consente di allargare i nostri interlocutori, anche dentro le imprese.

Dobbiamo inoltre dare una dimensione non sia solo locale, noi come FIOM abbiamo avuto incontri con i sindacati francesi tedeschi spagnoli: quello che fa Renzi è dentro ad una dimensione europea, infatti anche in Europa Confindsustria mette in discussione il diritto di sciopero, addirittura in Germania dopo Luftansa. In altri termini questa cosa della libertà di impressa è una cultura comune per tutti i governi di vari colori in giro per l,’Europa e per aprire un conflitto con le politiche europee occorre tenere presente questo quadro: tutti i governi europei hanno questa impostazione, e attaccano i sindacati.

Occorre poi apreire una discussione sui problemi della contrattazione e la pratica contrattuale: quando contratti fai sempre i conti coi rapporti di forza, ma la coerenza è il punto decisivo, altrimenti rischi di dire cose a fare altre, quando arrivi che il governo propone la riduzione del salario e licenziamenti siamo dentro un idea che ridurre i salari è una cosa necessaria”

Annunci

2 Commenti su Landini: lavorare da subito per lo sciopero del 5 e allargare l’iniziativa

  1. L’ha ribloggato su Appunti Scomodie ha commentato:
    Autunno caldo per il governo Renzi: la Cgil ha proclamato lo sciopero generale di tutte le categorie per il 5 dicembre. Favorevole il segretario della Fiom, Maurizio Landini.

    Mi piace

  2. L’ha ribloggato su Per la Sinistra Unitae ha commentato:
    Landini: Noi dobbiamo capovolgere questa logica sulla libertà d’impresa, non solo dobbiamo chiedere l’estensione dei diritti, ma aprire una discussione su che tipo di imprese e modello industriale occorre costruire, dal momento che quello attuale non è utile ad uscire dalla crisi.

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: