5 maggio, sciopero per una scuola pubblica, laica, inclusiva

Tutti sono concordi nel sostenere che il futuro di un paese si misura e si gioca sulla qualità del suo sistema scolastico. Ebbene, la Scuola della Repubblica – accogliente, laica, gratuita ed aperta a tutte e a tutti – sta subendo un durissimo attacco, un attacco che rischia di stravolgere completamente il suo impianto libero, democratico, inclusivo. Come il jobs act tenta di cancellare 100 anni di diritti del lavoro conquistati con il sangue e le lotte di milioni di lavoratori, così “La buona scuola” tenta di cancellare il diritto di milioni di ragazze e ragazzi di poter godere di una istruzione pubblica, di qualità ed accessibile a tutti in egual misura. La riforma proposta dal governo bisogna guardarla con trasparenza, al di là degli annunci propagandistici del governo e degli apprezzamenti entusiastici di Confindustria. Con essa rinasce la scuola di classe, con ricchi e poveri di nuovo separati: poche scuole di qualità per chi può permettersele ed una infinità di scuole impoverite e trascurate dallo Stato per tutti gli altri. Questo assieme a un sistema guidato da “presidi manager” cui viene concessa la discrezionalità nel selezionare i propri collaboratori, con buona pace della libertà di insegnamento, degli articoli 33 e 34 della Costituzione. A questo domani insegnanti, studenti, genitori, cittadini, associazioni e sindacati che li rappresentano diranno no in 5 piazze d’Italia: Bari, Cagliari, Milano, Roma e Palermo saranno le sedi dei cortei nazionali, mentre nelle altre città capoluogo si svolgeranno flash mob e presidi territoriali. Per una scuola pubblica, laica, inclusiva. In cui gli insegnanti cooperino anzichè essere spinti alla competizione da meccanismi di selezione discrezionali o meccanicistici, tutt’altro che meritocratici. Per una scuola capace di preparare gli studenti ad una vita sociale e professionale degni di una democrazia matura. Per una scuola (ed un lavoro all’interno della scuola) da cui scompaia la parola precarietà e si riaffermino le parola diritto, bambino, persona.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: