Anche l’ANPI con la scuola pubblica

Grande sciopero, unitario, degli insegnanti, che corrisponde a quello, altrettanto unitario, degli studenti, dei giorni scorsi.

Colpisce questa mobilitazione, così come colpisce l’unità che si è realizzata tra forze e movimenti diversi, non solo sindacali.

È positivo il fatto che ci sia una così forte sensibilità su un tema delicato e complesso come quello della scuola, cui corrisponde un diritto costituzionale chiaramente sancito.

L’ANPI ha da sempre un interesse particolare per la scuola, non solo perché si tratta di diritti fondamentali, ma anche perché – in una situazione difficile e complessa come quella attuale – la scuola assume un rilievo di assoluta preminenza. Si tratta di formare le future generazioni, di “creare” dei cittadini, per di più, “attivi”. Dunque, il problema riguarda anche noi da vicino e non può essere risolto, come al solito, a colpi di maggioranza e di ricatti. Noi vogliamo una scuola fortemente attrezzata, prevalentemente pubblica, dotata di insegnanti qualificati e “sicuri”, in cui si insegnino tutte le materie che contano e anche di più, ma soprattutto si aiuti lo studente a diventare un vero cittadino, consapevole ed attivo.

La riforma attuale non sembra corrispondere a questi requisiti, lasciando forti perplessità e contrasti su diversi snodi essenziali, sui quali avremo occasione di tornare con maggior ampiezza. Comprendiamo, dunque, le ragioni di chi si batte per gli obiettivi che abbiamo sommariamente indicato e confidiamo che sia concesso al Parlamento, una volta tanto, di approfondire davvero e mettere in campo tutte le modifiche che, a giudizio di tanti, si impongono. L’ANPI è dunque, e necessariamente, con tutti coloro che sostengono una scuola pubblica, in cui ci sia personale docente qualificato, continuamente aggiornato e libero da preoccupazioni economiche. Una scuola in cui siano, contemporaneamente, offerte a chi studia tutte le possibilità di cognizione ed espressione che sono necessarie, in un mondo competitivo, che punta sulla specializzazione, sulla collaborazione tra scuola e lavoro, e soprattutto mira a dotare il Paese di veri “cittadini” nel senso più ampio della parola, che implica non solo conoscenza ma anche padronanza e rispetto dei diritti, dei doveri e dei valori indicati dalla Costituzione.

Il presidente Smuraglia su ANPInews 162: http://www.anpi.it/newsletter/archivio/

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: