Difendere la Costituzione per arginare il neoliberismo

La Costituzione italiana viene oggi modificata, snaturata rispetto all’idea originale da cui è nata e da cosa nasca la necessità di tali modifiche è presto detto: non è intervenuta alcuna richiesta dal basso, ma, come anticipava un rapporto della J.P.Morgan del 2013, è opportuno che tutti i Paesi europei si adeguino ai principi del Neoliberismo, dunque rinuncino, ad esempio, al Welfare ed alle tutele dei lavoratori, in quanto T.I.N.A. ( there is no alternative). La mancanza di una visione politica generale e di una classe politica che abbia la forza di applicare la Costituzione, figlia di principi ed ideali altri ed alti, ha sposato l’ennesimo diktat esterno, così, gli attuali governanti, hanno indicato come necessaria la modifica del documento costituzionale nonché della legge elettorale in funzione dell’adeguamento ai “tempi”. Tuttavia, se si pensa al momento storico da cui è nata la Costituzione , alla sua organizzazione interna, appare evidente come il superamento voluto del bicameralismo paritario non sia per niente positivo, ma rischi piuttosto di portare ad una virata autoritaria di cui è segnale evidente il recente utilizzo della decretazione d’urgenza come strumento per legiferare. Una risposta e, forse, un argine possono essere dati attraverso una campagna referendaria che parta dal basso ed attraverso l’istituzione di nuovi canali di partecipazione condivisa, pertanto si cominci con il referendum del 17 aprile sulle trivellazioni e si ponga la giusta attenzione al referendum sulla riforma della scuola che verrà proposto dalla L.I.P., perché è proprio dal basso, dai cittadini italiani che deve essere innescato un nuovo e più proficuo processo costituente.

Sintesi dell’intervento di Alessio Grancagnolo, referente del Coordinamento per la Democrazia Costituzionale – UDS Sicilia, al convegno ““L’arte e la scienza sono libere e libero ne è l’insegnamento”, organizzato ad Enna sabato 12 marzo dall’area programmatica Democrazia e Lavoro in Flc-Cgil Sicilia

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: